• Chi sono

    Mi chiamo Michela…..

    sono una pedagogista e un’artista eclettica con la passione per l’arte contemporanea e decorazione.

    Dopo la laurea presso l’Università degli Studi di Bologna sono i numerosi viaggi in centro America a stimolare la prima ricerca artistica e la sperimentazione del colore.
    Nel 2011 dalla nativa città di Bolzano mi trasferisco a Milano dove ho la possibilità di partecipare a diverse mostre ed eventi.

    L’innata ispirazione creativa e la ricerca di un utilizzo alternativo di diversi materiali sono lo stimolo per un’incessante sperimentazione artistica, che mi ha portato, dopo il matrimonio con Alessio e la nascita dei miei due figli Thomas e Tobias, ad integrare la maternità nella mia arte realizzando calchi di busti premaman.

    Il calco del pancione è un’opera complessa ed emotiva che coinvolge la futura mamma la quale immortalerà per sempre la forma del proprio corpo che porta in grembo il suo bambino.

    La mia naturale inclinazione alla ricerca mi ha portato a realizzare anche calchi di busti maschili e calchi di altre parti anatomiche come le manine e i piedini di neonati e bambini e calchi di mani adulte, in coppia e famigliari.
    Mi piace l’dea di andare oltre la bidimensionalità della foto ricordo, amo fermare l’emozione e il tempo, rappresentare un ricordo o un legame in un modo assolutamente unico, esclusivo e irripetibile.

    I calchi che nascono dalle mie mani sono opere d’arte uniche realizzate con passione e amore. Potentissime, simboliche e commoventi raccontano ed esprimono, otre il mio stile artistico, la personalità, i ricordi e le emozioni di chi le ha commissionate.

    ….il mio pensiero pedagogico

    Fin dai tempi dell’università ho sempre cercato comprendere cosa potesse migliorare la qualità della mia vita, aumentare la mia felicità e la mia soddisfazione personale. Nel corso del tempo mi sono resa conto che ciò che da realmente senso all’esistenza sono l’insieme delle esperienze vissute.

    Viviamo in un mondo nel quale abbiano un rapido accesso a qualsiasi tipo di bene materiale il quale può diventare nostro nell’immediatezza del gesto d’acquisto. In realtà gli studi scientifici hanno dimostrato che gli oggetti che compriamo ci fanno sentire felici solo per un tempo brevissimo, essi infatti sono separati da noi e per quanto possano valere rimarranno sempre impersonali.In sostanza la gratificazione che gli oggetti materiali regalano è effimera e sfuma in breve tempo, essi tradiscono insomma quell’euforia dell’acquisto che ci prometteva un po’ di meritata felicità.

    Cosa possiamo fare quindi per cercare appagamento e soddisfazione personale?

    Vivere esperienze emotivamente significative.

    Le esperienze che scegliamo di vivere diventano invece parte di noi, intrinseche cioè al nostro essere, vanno ad incastonarsi nella parte più intima della nostra sfera emozionale e diventano parte della nostra essenza.

    A differenza dei beni materiali, il ricordo delle esperienze vissute rimane impresso per anni, regala cioè una gratificazione durevole nel tempo che possiamo rivivere ogni volta che vogliamo attraverso i nostri ricordi.

    Il mio lavoro si sviluppa concettualmente su questo presupposto.

    Fare il calco del pancione, delle mani, dei piedini o del busto maschile è prima di tutto un’esperienza emotiva perché richiede il tuo forte coinvolgimento personale. E’ un’esperienza di benessere e appagamento interiore che potrai condividere con i tuoi cari. Per esempio nel caso del calco del busto o del pancione il tuo compagno potrà partecipare attivamente alla stesura di alcune bende. Vivendo assieme a te questa meravigliosa esperienza il vostro legame si nutrirà delle straordinarie emozioni di quel momento. Oppure potrai vivere assieme ai tuoi bambini l’entusiasmante creazione del calco delle vostre mani e scoprire lo stupore e la meraviglia dipinte sui vostri volti.

    Il calco d’arte che nascerà da questo vissuto sarà un’oggetto personale e unico, un ricordo intrinseco della vostra anima ed evocherà la sua pienezza emotiva per tutta la vostra vita.


    menu